Aiutare gli altri paesi sudamericani dice lula

Spetta in Argentina, Brasile e Venezuela, ridurre le disuguaglianze in Sud America, ribadisce Lula Plantão


BUENOS AIRES - Il presidente Luiz Inacio Lula da Silva, tornato a difendere ieri, chi tra i paesi sudamericani è più riccho - Brasile, Argentina e Venezuela devono adottare politiche volte a ridurre la disparità sociali e finanziari con i Paesi più poveri sudamericani. O risolvere il problema delle asimmetrie e le economie più forti, come l'Argentina e il Brasile, hanno una diversa politica dei paesi con economie più piccole, come la Bolivia, l'Ecuador, Paraguay, Uruguay e l'integrazione continuerà ad essere parte dei nostri discorsi elettorali, Lula ha detto, nel corso della firma del verbale della fondazione della Banca del Sud, la Casa Rosa, sede del governo argentino. Lula ha dato tutti i presidenti di regione di paternità del progetto, tra cui Hugo Chavez del Venezuela e Nestor Kirchner, di Argentina, principali sostenitori della banca. Nel gennaio 2006, i compagni Kirchner e Chavez e gli altri presidenti che hanno ideato e creato una vera e propria banca per promuovere il Sud America, ha sottolineato. In precedenza, il ministro delle Finanze, Guido Mantega, ha detto che la banca è un altro capitolo nel progresso di integrazione del Sud America