BRASILE/ BUFERA SUI VERTICI DELLA POLIZIA DI RIO DE JANEIRO-focus

Sostituito il comandante alla vigilia del Carnevale
postato 2 ore fa da APCOM


Rio de Janeiro, 30 gen. (Apcom) - Alla vigilia di Carnevale, che inizia ufficialmente venerdì, una bufera si abbatte sui vertici della Polizia Militare, la corporazione che ha in mano l'ordine pubblico della città.

Ieri il governatore dello Stato di Rio, Sergio Cabral Filho, con un atto che ha colto di sorpresa, ha sostituito il comandante della PM colonnello Ubiratan Angelo, che fino a pochi mesi fa era un prezioso alleato della politica del governo.

L'allontanamento dall'incarico di Angelo, dopo soltanto 392 giorni di incarico, ha scaldato la tensione già alta nelle file della corporazione. Domenica scorsa, circa 300 poliziotti, hanno manifestato sul lungomare dei quartieri esclusivi di Ipanema e Leblon chiedendo migliori condizioni di lavoro, specialmente l'aumento del salario, considerato basso anche per la media brasiliana (circa 1400 Reais, vale a dire intorno ai 600 euro). La protesta dei poliziotti sarebbe culminata proprio sotto l'edificio dove abita il governatore: fatto, questo, affatto gradito da Cabral.

Il governatore si aspettava un provvedimento disciplinare da parte del comandante che invece non è arrivato. Sarebbe, questa, l'ultima di una serie di incomprensioni tra il gabinetto politico e il vertice della polizia, culminato martedì nell'allontanamento del militare.

Cabral, nei mesi scorsi non aveva gradito una serie di comportamenti della polizia, per esempio le scene di giubilo, riprese con enfasi dalla stampa, quando un gruppo di poliziotti accusati di corruzione aveva lasciato la carcerazione preventiva. Nei giorni scorsi, inoltre, una telecamera ha flagrato i componenti di una pattuglia della PM saccheggiando un camion che trasportava birra. Episodi di delinquenza all'interno della corporazione che, secondo il governatore, necessitano di provvedimenti rigidi. Da qui, probabilmente, le incomprensioni con Uribatan Angelo.

Al suo posto è salito al vertice un altro colonnello, Gilson Pitta Lopes, fin qui responsabile dei servizi di intelligenza della polizia di Rio. Cambiamenti che però non riguardano solo il vertice: in queste ore sono in corso una serie di sostituzioni, tra cui quella del comando dello stato maggiore, da ieri in mano a Antonio Carlos Suarez David. Un terremoto istituzionale che potrebbe non esaurirsi qui: in queste ore è in corso una protesta da parte di militari chiedendo anche l' allontanato dell'attuale segretario della Sicurezza Pubblica dello Stato di Rio, José Mariano Beltrame.

Oggi, 30 ufficiali hanno consegnato una lettera nella quale, per protesta, chiedono il loro esonero dell'incarico. I loro nomi saranno divulgati stasera. Ieri, erano stati 41 gli ufficiali a chiedere di essere esonerati.

L'insoddisfazione all'interno della Polizia Militare arriva nel momento peggiore, alla vigilia del Carnevale, quando la città vive uno dei suoi momenti di maggior presenza turistica e la forza della polizia, rinforzata, è indispensabile alla tutela dell'ordine pubblico e al contrasto di episodi di delinquenza. Ambienti della polizia hanno assicurato stamattina che l'operatività della polizia continuerà.

La giornata si è aperta oggi con nove presunti trafficanti uccisi in due operazioni condotte però dalla Polizia Civile dentro due tra le favelas più violente della città, quella di Jacarezinho e quella di Mangueira, quest'ultima sede di una tra le più prestigiose scuole di samba carioca.

http://notizie.alice.it